Camporotondo di Fiastrone
Responsive image
Budget speso su 23000,00
Indirizzo

Marche, Macerata, Camporotondo di Fiastrone

Telefono

+390733907153

Email

info@comune.camporotondodifiastrone.mc.it

Sito

http://www.comune.camporotondodifiastrone.mc.it/

Social Profiles

Descrizione

Il contesto di intervento è il territorio del bacino idrografico del Fiume Fiastrone, Distretto Rurale Biologico della Regione Marche, in parte incluso nel territorio del Parco Nazionale dei Monti Sibillini e caratterizzato da monti, laghi, fiumi (acque di categoria "A"), abbazie e castelli. Le aziende agro-zootecniche presenti producono eccellenze alimentari tra cui salumi (Ciauscolo IGP e altri prodotti legati alla lavorazione della carne suina), formaggi bovini, pecorini e caprini, pasta all'uovo "Vincisgrassi" e senza uova "Suricitti, Cargiù", polentone di farina di mais, vino cotto, olio extravergine di oliva (Olio Coroncina), funghi, tartufi, zafferano, miele e conserve di frutta.

Nonostante le qualità accennate, queste attività, che in generale sono a conduzione familiare, non hanno una dimensione tale da permettere una consistente fornitura di prodotti, non sono organizzate per aumentare questa capacità e, soprattutto, non sono in grado di fornire una remunerazione adeguata rispetto al lavoro svolto.

Contestualmente, la popolazione residente non riesce a usufruire delle eccellenze agroalimentari che questo territorio potrebbe fornire. Insieme alla riduzione dei servizi che sempre più tendono ad essere localizzati dove maggiore è la densità residenziale, il territorio è in costante declino economico e demografico: la popolazione invecchia e nella migliore delle ipotesi è numericamente stazionaria. Dopo il sisma che ha colpito duramente tutto il territorio di riferimento del progetto, tali criticità si presentano acuite ed appare più che mai forte l'esigenza di ideare ed avviare iniziative di sostegno alle aziende e alla popolazione mediante un nuovo modello di sviluppo territoriale.

Da circa due anni, il Comune di Camporotondo di Fiastrone e quello di Fiastra, insieme alle aziende e alla popolazione residente, hanno iniziato a discutere su un nuovo modello di sviluppo rivolto al bacino idrografico del fiume Fiastrone, basato sulla produzione primaria di alimenti (dalla coltivazione/produzione alla trasformazione e vendita). Mediante processi di rete e collaborazione tra le aziende, questa nuova organizzazione ha la potenzialità di incidere positivamente sui costi, sul tempo di lavoro, sulla remunerazione di tutti gli attori di filiera. Lo scopo finale è quello di portare vantaggi a tutti (lavoratori, produttori, trasformatori, commercianti, consumatori, amministrazioni) generando una filiera produttiva principalmente tesa alla fornitura dei residenti (analisi di mercato, dati ISTAT, stimano in circa 10 milioni di Euro il costo sostenuto dalle famiglie residenti per rifornirsi di alimenti che possono essere prodotti nel territorio).

Attraverso la proposta “FIASTRONE NATURA – Laboratorio Agricolo di Comunità”, il soggetto proponente intende aiutare lo sviluppo di questo nuovo modello territoriale con la creazione di una struttura, non realizzabile dalle singole aziende a conduzione familiare, che permetta la trasformazione di legumi e cereali e quindi la loro commercializzazione in loco, favorendo l’occupazione sul territorio anche di persone svantaggiate.