Comune di Loro Piceno
Responsive image
Budget speso su 20000,00
Indirizzo

Marche, Macerata, Loro Piceno

Telefono

+390733509112

Email

info@comune.loropiceno.mc.it

Descrizione

Il Comune di Loro Piceno (MC) è stato fortemente colpito dagli eventi sismici a decorrere 24 agosto 2016. I danni riportati sono stati ingenti. Durante la fase di rilievo del danno sono state riscontrate numerose criticità interessanti il centro storico e il restante territorio Comunale.

Sono stati effettuati numerosi interventi per la messa in sicurezza di edifici pubblici e privati e alcuni di questi sono ancora in corso. Ci si è adoperati per garantire prontamente l’accessibilità al centro da tutte le porte di accesso pedonale e carrabile. Sono inoltre in corso di esecuzione alcune demolizioni nell’ambito delle opere di messa in sicurezza.

Relativamente alla situazione degli edifici pubblici ed in particolare di quelli di proprietà comunale, si riscontra un livello di danneggiamento piuttosto elevato (casa di riposo, sede municipale, Palazzo Cecchi, mura urbiche, etc.).

Tra gli immobili maggiormente danneggiati sono presenti anche edifici di notevole importanza istituzionale quali la sede della Scuola Primaria ed edifici di culto.

LE SCUOLE NEL COMUNE DI LORO PICENO E IL SISMA

Nel Comune di Loro Piceno, prima degli eventi sismici, erano presenti le seguenti scuole:

  • Centro d'Infanzia F.Cecchi - Centro Sociale Polivalente (Viale della Vittoria);
  • Scuola dell’Infanzia F.Cecchi (Via Papa Giovanni XXIII) in costruzione;
  • Scuola Primaria P. Santini (Via Papa Giovanni XXIII);
  • Scuola Secondaria di 1° grado Giovanni XXIII (Via Papa Giovanni XXIII);

Il centro d’Infanzia F.Cecchi - Centro Sociale Polivalente situato in Viale della Vittoria ha riportato danni lievi ed è stata oggetto di immediati lavori di messa in sicurezza al fine di garantire il ripristino delle attività didattiche.

La Scuola dell’Infanzia F.Cecchi e la mensa scolastica, ubicate in Via Papa Giovanni XXIII, alla data del sisma, erano oggetto di un precedente intervento di ricostruzione pertanto, gli alunni erano delocalizzati presso l’edificio limitrofo ospitante la Scuola Secondaria di 1° grado dove ancora oggi svolgono le attività didattiche in attesa dell’ultimazione dei lavori di costruzione prossimi al completamento e la mensa nella struttura della Scuola Primaria.

La Scuola Primaria P. Santini ubicata in Via Papa Giovanni XXIII, è stata dichiarata immediatamente inagibile in quanto ha riportato danni gravissimi e demolita. Al fine di garantire il regolare svolgimento dell'attività didattica, gli alunni della scuola Primaria P. Santini sono stati trasferiti, aggravando la già presente condizione di sovraffollamento, nella limitrofa scuola Secondaria di 1° grado Giovanni XXIII in via Papa Giovanni XXIII (rimasta agibile). L'attuale situazione è tuttora invariata, con grande disagio sia per i bambini che per gli insegnanti.

Il refettorio scolastico che era delocalizzato presso l’edificio adibito a Scuola Primaria, a seguito di dichiarazione di inagibilità di quest’ultima, è stato ulteriormente spostato a ridosso dell’evento sismico presso la sede della palestra scolastica inibendone l’utilizzo a tale scopo. Tale situazione si è protratta fino al completamento dei lavori di realizzazione della nuova mensa scolastica.

LA NUOVA SCUOLA

I nuovi edifici scolastici da realizzare in sostituzione delle scuole che non possono essere oggetto di adeguamento sismico, sono elencati nel "programma straordinario per la riapertura delle scuole nei territori interessati dagli eventi sismici".

Nel Comune di Loro Piceno è stata prevista la realizzazione della nuova Scuola Primaria P. Santini (cfr. Ordinanza Commissariale n.14 del 16 gennaio 2017). Il progetto prevede in particolare la costruzione di un nuovo edificio scolastico definitivo nel quale si prevedono:

  • n. 5 classi per la scuola primaria;
  • spazi amministrazione;
  • sala docenti/biblioteca;
  • spazi interciclo e attività integrative;
  • spazi di connettivo orizzontale;
  • n. 2 spazi di servizio;
  • n. 1 locale tecnologico.

Gli ambienti dell’edificio della nuova scuola primaria sono distribuiti su due piani, collegati internamente da un ascensore e da un vano scala, posti in posizione opposta rispetto all’ingresso. Al piano terra è collocato l’ingresso principale con accesso da Via Papa Giovanni XXIII sul lato ovest del corpo di fabbrica. A questo livello, che sviluppa una superficie pari a mq 352, sono individuate la parte amministrativa e direzionale con relativi spazi per l’attesa, i servizi, le attività complementari (biblioteca insegnanti), l’aula speciale per le attività interciclo. Il primo piano è dedicato alle attività didattiche e sviluppa una superficie pari a mq 445: 5 aule per la didattica e uno spazio per le attività collettive e ricreative degli alunni.

In questo modo il comune di Loro Piceno avrà un nuovo edificio scolastico adeguato per accogliere le classi di alunni della Scuola Primaria.

GLI ARREDI

La Nuova Scuola Primaria P. Santini verrà ricostruita grazie ai finanziamenti previsti dal "Programma straordinario per la riapertura delle scuole per l’anno scolastico 2017/2018". Tali finanziamenti escludono ogni tipo di arredo.

Grazie all’importante finanziamento QIP sarà possibile garantire alla nuova struttura gli arredi delle aule e dei laboratori didattici al fine di rendere l’edificio immediatamente fruibile. Il budget assegnato con tale progetto potrà essere integrato, se necessario, con eventuali fondi dell’Ente. La solidarietà che si è concretizzata nel finanziamento del progetto “NUOVE ENERGIE DEL TERRITORIO” promosso dal comitato Sisma Centro Italia, consentirà a dare speranza e impulso a tutti i territori colpiti dal Sisma 2016, a cominciare dai “Bambini” destinatari dell’iniziativa.

Molto probabilmente, il budget a disposizione con il presente lotto non riuscirà a coprire l'intero arredo della Nuova Scuola dell’Infanzia P. Santini. Il finanziamento QIP infatti verrà utilizzato per l'acquisto degli arredi essenziali per l'attività scolastica che verranno eventualmente integrati con fondi propri del comune una volta disponibili.