Comune di Treia
Responsive image
Budget speso su 35000,00
Indirizzo

Marche, Macerata, Treia

Telefono

+390733218731

Email

servizisociali@comune.treia.mc.it

Sito

http://www.comune.treia.mc.it

Descrizione

La presenza di volontari disponibili a svolgere i loro servizi sia all'interno della struttura per anziani che nel territorio ha favorito una grande richiesta di interventi e messo alla luce una serie di bisogni che hanno spronato l'Amministrazione a trovare e dare risposte adeguate. In particolare l'emergenza terremoto, durante la quale sono emerse le fragilità di molti, ha evidenziato una richiesta di sostegno e supporto di tipo logistico, ovvero interventi legati alla necessità di spostamenti per andare in strutture di accoglienza, da parenti, presso gli uffici amministrativi e per altre mansioni quali ricoveri, medici, farmacie, negozi ecc.... A tale scopo, data la massima disponibilità che è stata accordata ed attivata in occasione degli eventi sismici (che ha visto un moltiplicarsi di richieste ed interventi di tipo domiciliare sul territorio), il Comune ha messo a disposizione dell'ufficio servizi sociali e struttura per anziani una macchina di seconda mano (fiat punto) e un fiat doblò furgonato (donato nei giorni post sisma dalla ditta di ristorazione Elior). L'obiettivo da raggiungere era garantire risposte adeguate ai cittadini specie nei momenti tragici dell'emergenza sisma. Contemporaneamente, sempre nel periodo dell'emergenza la struttura ha accolto temporaneamente diverse anziani in stato di confusione, paventati e disorientati. L'esperienza ha evidenziato come la struttura sia e debba diventare sempre un punto accoglienza e di "rifugio" per le persone anziane del territorio e quindi in grado di offrire oltre all'assistenza di base, anche momenti di socialità, integrazione e di riabilitazione e mantenimento delle abilità residue. Sulla base dell'esperienza fatta nel periodo degli eventi sismici l'Amministrazione ha garantito la maggior parte dei servizi anche oltre l'emergenza. Pertanto l'obiettivo dell'azione messa a progetto è migliorare il servizio per la mobilità degli anziani sia della struttura Casa di Riposo e Residenza Protetta (palestra attrezzata), sia per quelli del territorio (mezzo idoneo) da realizzare con i volontari del Servizio Civile impegnati nei progetti di assistenza "s.o.s. anziani" e con i volontari dell'associazione Anteas di Macerata. Tale obiettivo risponde ad una finalità specifica consistente nella dotazione sul territorio di un servizio coordinato e completo di prestazioni sociali di carattere domiciliare e residenziale per gli anziani richiedenti aiuto ed un servizio di sollievo ai loro parenti nelle gestione delle patologie che colpiscono i loro cari. Il servizio presenta le seguenti caratteristiche: • Un punto di ascolto, dove confluiscono le diverse esigenze e richieste, aperto principalmente al mattino, in concomitanza con l'apertura dell'ufficio servizi sociali, garantendo orari pomeridiani e festivi per le emergenze presso la struttura per anziani. La decodifica dei bisogni e la progettazione dell'intervento da fare secondo le risorse disponibili e le possibilità offerte dal territorio. L'attivazione degli interventi secondo le diverse tipologie: assistenza domiciliare con operatore; assistenza specialistica socio-sanitaria; interventi residenziali e/o diurni, disbrigo pratiche, trasporti di vario genere, ecc....; coordinamento delle attività già in essere (progetti attivi, servizio Anteas, medici di base, parenti disponibili, ecc...); formazione dei volontari impegnati nel servizio trasporto e di movimentazione; fornitura di una stanza o luogo dedicati alla ginnastica dolce per gli anziani ospiti della struttura da svolgere con il sussidio degli volontari ed all'occorrenza degli operatori in servizio; programma riabilitativo (mediante mobilitazione) da redigere a cura del medico di famiglia e dagli infermieri della struttura per ogni ospite finalizzato al mantenimento delle abilità residue e/o al recupero delle forze dopo le malattie; analisi dei nuovi bisogni emergenti e programmazione di interventi innovativi capaci di dare risposte efficaci: es. creazione di un centro diurno autorizzato, servizio pasti a domicilio, servizi di buon vicinato, ecc.... Nello specifico il progetto prevede l'acquisto di un mezzo attrezzato per la disabilità, attrezzature per la ginnastica dolce e movimentazione degli anziani. Il mezzo dovrà essere agevole per il trasporto degli anziani ed è individuato in un fiat doblò cinque posti (o altro mezzo di uguali dimensioni) che dovrà essere attrezzato per persone non auto sufficienti ed in carrozzina e che possa muoversi nei centri storici abitati del Comune e nelle contrade del territorio. Dovrà avere le caratteristiche dell'autovettura cinque posti con tetto rialzato abilitato al trasporto di una carrozzina; si riportano le caratteristiche tecniche disponibili sul mercato fornite da un concessionario del territorio già fornitore del Comune in altre occasioni: fiat doblo 1.6 Mjt 16v 120 CV E6 EASY, tetto rialzato porta posteriore a due battenti vetrata - sollevatore per carrozzina q.ta 1 Safety Premium Kit. Per quanto riguarda le attrezzature per la movimentazione e per la ginnastica dolce la struttura, attualmente, è dotata di ausili per la movimentazione e deambulazione (carrozzine, girelli, sollevatori) e di una cyclette. Ciò che serve è attrezzare un luogo (già individuato all'interno della struttura) con una serie di attrezzature per favorire momenti di ginnastica dolce individuale o di piccoli gruppi e favorire cicli di riabilitazione professionale con il personale dell'ospedale. Tale spazio deve essere dotato di alcuni attrezzi semplici e di facile uso; si riporta come esempio alcune indicazioni raccolte nel tempo (modificabile all'occorrenza secondo indicazioni più puntuali) da diversi operatori: scala fisioterapica a rampa lunga completa di corrimano; cicloergometro e pedaliere; spalliera svedese ad una campata; spalliera svedese a due campate; n. 10 tappeti morbido pieghevole; fascia appesantita kg 0.5; n. 10 fascia appesantita; carrello psicomotorio completo. Relativamente alle attrezzature per la ginnastica dolce e riabilitazione si specifica che la struttura di Treia, sita in Via dei Mille ,38 è adiacente al reparto di riabilitazione dell'ospedale di Treia ASUR Area Vasta3 con il quale è possibile attivare specifiche collaborazioni per un servizio riabilitativo di tipo sanitario in struttura con personale del reparto ospedaliero della riabilitazione. Un locale attrezzato renderebbe questa iniziativa maggiormente funzionale e utile per gli anziani, permettendo un intervento riabilitativo professionale. Tale collaborazione permetterebbe anche una formazione continua per i volontari ed un supporto agli operatori della struttura. Il progetto nel suo insieme avrà la durata di un anno limitatamente all'acquisto del materiale, alla programmazione e attivazione degli interventi sul territorio e in struttura e alla formazione del personale incaricato, ma è destinato a proseguire nel tempo con sempre maggiori input e diverse collaborazioni con il territorio. In definitiva l'iniziativa si propone di completare un intervento già in parte attivo e dare maggior forza ad una azione integrata con le politiche attive sul territorio con l'augurio di poter coinvolgere il maggior numero di anziani come destinatari delle prestazioni, ma anche di poter raggiungere anziani autosufficienti in qualità di volontari al fine di incentivare e promuovere una "longevità attiva" in cui l'anziano sia protagonista delle politiche per la terza età.